Cancelletti per bambini: perché allestirli e in quali punti della casa

6 aprile 2020 Non attivi Di admin

Quando si ha un bambino in casa l’imperativo è la sua sicurezza. Di qui la necessità di attrezzarsi per rendere l’ambiente domestico, notoriamente insidioso soprattutto per i più piccoli, un luogo privo di potenziali pericoli. Per fare ciò ci sono i cancelletti di protezione, dispositivi di allestimento temporaneo che fungono da barriere in grado di interdire ai piccoli l’accesso alle zone a rischio dell’abitazione, come scale, terrazzi o stufe e camini accesi. I cancelletti per bambini sono concepiti proprio per impedire l’accesso a neonati che gattonano o a bambini alle prese con i primi passi incuriositi da quei luoghi di casa che rappresentano un serio pericolo per la loro incolumità. Le statistiche globali non mentono e parlano di milioni di bambini vittime ogni anno di incidenti domestici, da ustioni a cadute o avvelenamenti perché hanno comodo accesso agli armadietti dei farmaci o ai mobiletti della cucina che contengono liquidi nocivi se ingeriti. Quando è il momento di installare questi cancelletti?

Di solito il bimbo comincia a muoversi per casa dopo i 6 mesi, ma non è una regola, lo si potrà capire meglio quando si inizierà a vedere il bebè in movimento intento all’esplorazione della casa, spinto dalla curiosità di scoprire cose nuove. I migliori cancelletti devono avere chiusure a prova di baby scassinatore, ecco perché bisogna assicurarsi di questo aspetto prima dell’acquisto, magari provandolo materialmente se si acquista in negozio. Se, invece, si sceglie lo shopping online sarà opportuno informarsi in anticipo sulla qualità del prodotto, aiutandosi magari con le recensioni.

In tutti i casi, arriverà il momento in cui anche i bambini sapranno aprirli, a quel punto si spera che abbiano raggiunto l’età e la consapevolezza per rendersi conto del pericolo e gestirsi autonomamente, il che avviene intorno ai 2, 3 anni. È fondamentale acquistare il giusto cancelletto di sicurezza per ogni posizione della casa. Quelli utilizzati in cima alle scale, sia all’interno che all’esterno, devono essere installati su hardware, ossia con fissaggio a parete, in quanto quelli a pressione risulterebbero poco stabili. È possibile, semmai, utilizzare cancelletti a pressione solo nella parte inferiore del pianerottolo delle scale o nel passaggio fra una stanza e l’altra.