Epilatori elettrici wet & dry, come epilarsi sotto la doccia

15 aprile 2020 Non attivi Di admin

L’epilatore elettrico è l’Attila dei peli superflui, dove passa lui fa piazza pulita e se ricrescono lo fanno sempre più tardi, sottili e sfibrati. Ciò spiega il motivo della sua popolarità fra uomini e donne e, soprattutto, il perché del suo successo di mercato, in tutte le ‘salse’ proposte dai produttori nell’intento di soddisfare la crescente domanda da parte degli utenti. Le pinzette sono il braccio ‘armato’ dell’epilatore, quelle che intrappolano il pelo e lo tirano via, senza dargli scampo. Variano di numero, in genere da 20 a 40 e sono saldamente piantate sulle testine dell’apparecchio, più sono e più peli soccombono al passaggio di questa sorta di erpice pinzuto. Il problema si pone semmai con gli epilatori di fascia economica, dove il numero esiguo di pinzette, ridotte al lumicino, non garantiscono l’efficacia nell’epilazione.

Vogliamo soffermarci ora sui vantaggi dell’epilatore ‘wet & dry’ che presenta qualità che altri non hanno. Intanto, possono essere convenienti, il che non guasta, e farci risparmiare del tempo prezioso, perché danno la possibilità di dedicarsi all’epilazione mentre si fa il bagno o la doccia. Sì, ma come? Nel bel mezzo di un bagno rilassante in vasca o di una doccia tonificante, si può  usare questo tipo di epilatore cordless, per rimuovere i peli superflui, dando la possibilità di azionarlo e metterlo in pratica mentre ci si lava, direttamente sulla pelle bagnata. Dal momento che questi epilatori sono progettati per essere utilizzati in condizioni di umidità, non possono essere a filo, ma solo a batterie. Una volta terminato di usare l’epilatore che risulterà più soft sulla pelle ammorbidita dall’acqua calda, si può pulire direttamente sotto la doccia o in vasca, risparmiando pure il tempo della manutenzione.

Ma come usarlo per una corretta epilazione? Se non sapete bene come utilizzare un epilatore ‘wet & dry’, ecco qualche semplice dritta, valida peraltro per qualsiasi altro tipo di epilatore, cambia solo il contesto, che in questo caso contempla la presenza contestuale dell’acqua durante il trattamento, un fattore che non ne pregiudica l’efficacia, anzi può rivelarsi piacevole e più indolore. Per prevenire i peli incarniti, potete iniziare esfoliando la pelle. Ricordarsi inoltre di non procedere all’epilazione in presenza di peli lunghi, se lo fossero è consigliabile predisporli alle pinzette accorciandoli con un buon trimmer, almeno un paio di giorni prima.